30 Alberi per tornare

Piazza de L'Emiciclo, Villa Comunale | L'Aquila
2019

"30 Alberi per tornare" è un'installazione dimostrativa che punta a sensibilizzare sul tema del verde pubblico e della necessità di spazi di ritrovo in una città in via di ricostruzione. 
Questa l'idea di un gruppo di studenti arrivati a L'Aquila per un workshop di 5 giorni a 10 anni dal sisma che ha gravemente lesionato la città provocando l'evacuazione di 65000 più persone. La città è cambiata da un momento all'altro, parte della popolazione residente si è spostata, la vita sociale si è lentamente ricostruita, la ricostruzione fisica è decollata dopo anni di secca.
I processi di costruzione richiedono tempo, la città si nutre delle persone che la vivono e delle situazioni culturali che vengono messe loro a disposizione, c'è bisogno di uno scambio costante.
Qual è il ruolo degli architetti in un simile contesto?
Abbiamo scelto di piantare temporaneamente 30 alberi [per tornare] nella piazza del Consiglio Regionale Abruzzese per far arrivare il nostro messaggio fino all'Assemblea amministrativa.
Piantare alberi per piantare semi e radici nel nuovo tessuto sociale della città rinnovata.

L'attività è stata promossa dall'Organizzazione internazionale EAHR - Emergency Architecture & Human Rights e ha rappresentato il primo passo di una nuova e proficua collaborazione.
Altri partner e/o sostenitori: IAUV - Master Emergency & ResilienceABAQ - Accademia di belle Arti L''aquilaConservatorio "A. Casella" L'Aquila, Liceo Artistico Statale “Fulvio Muzi”.

  • Black Icon YouTube
  • Black Instagram Icon
  • mail
  • Black Facebook Icon
  • Black Vimeo Icon